Goa: birra, charas e musica trance

Goa se non lo sai è il più piccolo stato dell’India, ex colonia portoghese ha la maggior concentrazione di cristiani di tutto il subcontinente, fin dagli anni ’60 questo piccolo stato ha attirato hippy e viaggiatori, oggi la musica è un po cambiata, le “chitarrine” sulla spiaggia sono state sostituite da casse stereo che sparano musica trance a tutto volume, il paradiso per chi cerca birra e charas a basso costo

Vagator beach, Goa

Vagator beach, Goa

Negli ultimi anni i russi hanno colonizzato le spiagge di Goa forse attratti dal basso costo dei voli aerei e perché no, pure degli alcolici. La vodka made in India costa 2 euro la bottiglia, se non si vuole scadere troppo con la qualità, si può ripiegare con la birra, una bottiglia grande di kingfischer strong  non supera le 100 rupie.

Goa non è solo un posto per giovani, anche persone “mature” frequentano più o meno abitualmente queste spiagge. Insomma hippy “vecchi” e “nuovi”, russi e non, tutti a condividere lo stesso spirito di libertà che solo Goa ti può dare. Fumarsi una “canna” di charas in spiaggia non scandalizza a nessuno, nemmeno la polizia si cura troppo di questo.

Anche per la charas vale lo stesso discorso degli alcolici, basso costo. La charas rimane un prodotto autoctono dell’India di alto livello che si vende a 500 rupie ogni 10 grammi di fumo. Fondamentalmente si tratta di resina di cannabis con un alta concentrazione di THC. Per chi non ama intossicarsi di fumo, una buona bottiglia di Kingfisher è il pegno da pagare per essere a Goa, magari quella strong, la versione più alcolica della storica marca di birra dell’India

la kingfisher, la birra più amata dai turisti

la kingfisher, la birra più amata dai turisti

Dopo una giornata a cuocersi in spiaggia è arrivata finalmente la notte e i Goa party intonano i primi sound trance. La trance se non lo sai è la musica elettronica che in occidente viene suonata nei rave party. Anche a Goa, come in occidente non mancano anfetamine e quelle droghe sintetiche che vanno tanto nei rave.

Mi pare doveroso ricordare che non tutti quelli che vanno a Goa sono drogati e alcolizzati, ma sarebbe una bugia dire il contrario, la maggioranza dei turisti va a Goa per quella libertà ad un costo accessibile che non si trova in qualsiasi posto, ah!!! dimenticavo, se conosci un posto simile in India, dimmelo nei commenti.

Annunci

3 comments

  1. Pingback: La konkan coast

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...